E' il Sistema, che ci legittima a criticare il Sistema

They Betrayed Us

THE CAMEROONIAN MILITARY

3/11

Engl:

“That day they came, we were all very happy, we saw the military, we said, we have been freed! One of our leaders [of our village] said, everybody should get ready. Everybody raised their arms up, and we went to the main road. In my group, we were about 30 women, men and children. An armoured tank with the Cameroonian military came to us, when it was maybe 20 metres away from us, it opened fire. The armoured tank was turning the head like this, opening fire. All of the people standing with me were shot. I fell down. When I woke up, there was flesh of people on all over my body.”

Forty-year-old Judam (not her real name), 2015

It:

“Quel giorno sono venuti, eravamo tutti molto felici, abbiamo visto i militari, abbiamo detto: siamo stati liberati! Uno dei nostri capi [del nostro villaggio] ha detto, tutti dovrebbero prepararsi. Tutti hanno alzato le braccia e siamo andati verso la strada principale. Nel mio gruppo eravamo circa 30 donne, uomini e bambini. Un carro armato dell’esercito camerunese è venuto verso di noi, quando era forse a 20 metri da noi, ha aperto il fuoco. Il carro armato girava la testa così, aprendo il fuoco. Tutte le persone in piedi con me sono state colpite. Sono caduta a terra. Quando mi sono svegliata, c’era carne di persone su tutto il mio corpo”.

La quarantenne Judam (non è il suo vero nome), 2015

Music by The Inps

(Arianna Me and Gianmaria Victor De Lisio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *