E' il Sistema, che ci legittima a criticare il Sistema

5/5

Richard Long, A line made by walking, 1967

Ecco, io ripartirei da qui, da queste coordinate: spazio-tempo-movimento.

Proprio come un’emissione vocale, ch’è comunque una presenza plastica nello spazio delle relazioni, ma dinamica ed effimera, colma di quel significato esistenziale che ogni espressione umana porta con sé.

Ascoltare, muoversi, riflettere: abitare la storia, leggere lo spazio, interpretare la memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *