E' il Sistema, che ci legittima a criticare il Sistema

4/5

Mierle Laderman Ukeles, Hartford Wash: Washing/Tracks/Maintenance: Outside, 1973

Lo spazio ha una sua forma, risultante in negativo degli oggetti.

Se il procedimento artistico si cristallizza nella omogeneità dell’opera, questa si offre alla contemplazione e non prevede nessuna interazione. Lo spazio, al contrario, è sempre incardinato al registro empirico dell’uso, del vissuto, e non solo agli aspetti sensoriali.

Lo spazio – sostanza fra le cose – è quindi intrinsecamente relazione, connessione, processualità, chiamando altresì in causa il tempo e il movimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *